Dove vuoi condividere?
 

FONDAZIONE
BIRRA MORETTI

Dalla filiera birraria 9,2 miliardi di ricchezza all’Italia

FONDAZIONE
BIRRA MORETTI

Dalla filiera birraria 9,2 miliardi di ricchezza all’Italia

INDIETRO

18 dicembre 2019

Più reddito, più posti di lavoro, più ricchezza per la filiera italiana della birra e per tutta l’economia nazionale. Questo, in sintesi, il quadro molto positivo che emerge dalla terza edizione della ricerca Osservatorio Birra-Althesys La creazione di valore condiviso del settore della birra in Italia. Vediamo nel dettaglio i dati principali.

IN TRE ANNI UN MILIARDO IN PIÙ DI VALORE CONDIVISO

Dal 2015 al 2018 il contributo della filiera della birra in Italia alla crescita della ricchezza e al benessere del nostro Paese – il cosiddetto valore condiviso – è aumentato di oltre 1 miliardo di euro (+17%) passando da 7.834 milioni a 9.169 milioni di euro.

Se, per assurdo, in Italia scomparisse per un anno tutto ciò che contribuisce alla produzione, distribuzione e consumo della birra, si creerebbe un “vuoto” di ricchezza generata – per gli agricoltori che coltivano l’orzo, per chi produce il pack e le bottiglie, per chi lavora negli impianti produttivi, per chi la trasporta, immagazzina e vende, dai bar ai ristoranti, ai supermercati – pari allo 0,52% del PIL nazionale.

Nel valore condiviso rientrano anche le tasse che, a vario titolo, il settore versa allo Stato. Ebbene, il contributo della filiera italiana della birra alle entrate del fisco è salito in 3 anni da 3,6 miliardi a 4,3 miliardi di euro (+19,4%), pari a quasi l’1% (0,93%, per la precisione) delle entrate fiscali complessive. Le accise, in particolare, sono passate da 609 milioni a 711 milioni di euro (+16,7%).

UNA RICCHEZZA PER TUTTA LA FILIERA

La birra non porta ricchezza solo a chi la produce. Anzi, della sua crescita beneficiano soprattutto le fasi a valle e a monte della filiera. A seguire, in ordine decrescente, il valore condiviso generato da ogni fase:

  • 051,1 mln € Distribuzione e vendita
  • 632,0 mln € Produzione di birra
  • 423,6 mln € Fornitura di materie prime
  • 62,6   mln € Logistica

Come si vede, la Distribuzione e vendita di birra fa la parte del leone: rappresenta oltre i tre quarti (76,9%) del valore condiviso dell’intera filiera e più del quadruplo di quello derivante dalla Produzione. In tale contesto sia l’Ho.Re.Ca. sia l’Off-Trade registrano crescite significative rispetto a tre anni prima: il primo totalizza 5.704,1 milioni di euro (+17,4%), il secondo 1.347 milioni (+13,1%).

Questi numeri confermano come nel nostro Paese la convivialità e la socialità siano fattori alla base del piacere di consumare birra: “Prendiamo una birra insieme” si è ormai affiancato al tradizionale “ne parliamo davanti a un caffè”, quale parte dello stile di vita italiano.

Tra le altre fasi della filiera, da segnalare il notevole balzo in avanti compiuto dalla Fornitura di materie prime: +56% rispetto ai 273,3 milioni del 2015.

UNA GRANDE AZIENDA CHE DÀ SEMPRE PIÙ REDDITO E OCCUPAZIONE

Infine, dalla ricerca di Osservatorio Birra la filiera della birra in Italia emerge come una grande azienda che distribuisce salari lordi per oltre 2,5 miliardi di euro (2.525 milioni, per l’esattezza) e dà una fonte di reddito a quasi 100 mila famiglie.

I dipendenti sono 92.190, distribuiti proporzionalmente lungo la filiera, e in significativo aumento (fatto ancora più importante in tempi di gravi crisi occupazionali): ben 4.500 posti di lavoro in più in tre anni. Nel 2018, per ogni addetto alla produzione della birra, il settore ha generato 29,3 occupati a livello di filiera.

Non c’è bisogno di commenti: mai come stavolta i numeri parlano da soli.

Partecipa

Diventa

amico della birra

Questo sito utilizza solo cookies tecnici. Se vuoi saperne di più clicca qui

COSA SONO I COOKIES (e tecnologie similari)

I cookies sono piccoli files di testo che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale – computer, laptop, tablet, smartphone, etc. – dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti in occasione della successiva visita del medesimo utente.

Navigando su questo sito, potrai ricevere solo cookies inviati direttamente dal nostro sito e gestiti dalla nostra società.

A – Cookies gestiti dalla nostra società

Tutti i cookies descritti in questa sezione vengono inviati direttamente da questo sito e gestiti dalla nostra società, Heineken Italia S.p.A. società unipersonale, direzione e coordinamento di Heineken N.V. ai sensi dell’articolo 2497-bis c.c., con sede legale in Pollein (AO), località Autoporto n. 11 e sede amministrativa in Sesto San Giovanni (MI), Viale Edison n. 110, capitale sociale pari a Euro 47.320.000,00 i.v., codice fiscale e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Aosta 00869580159, partita IVA 00610140071, titolare del trattamento. Responsabile del trattamento è il Direttore Risorse Umane, dott. Mario Perego, e-mail privacy@heinekenitalia.it.

Essi vengono utilizzati con strumenti elettronici per le finalità indicate in relazione a ciascuno di essi.

I cookies tecnici vengono utilizzati senza necessità di consenso da parte dell’utente, ma possono essere disabilitati.

Il trattamento avviene nel rispetto dei seguenti principi:

In ogni momento, a norma del d. lgs. 196/03, l’utente potrà esercitare i diritti riconosciuti dall’art. 7 del Codice Privacy e potrà ottenere previa richiesta inviata all’indirizzo email privacy@heinekenitalia.it, la conferma dell’esistenza del trattamento dei dati in questione e delle finalità dello stesso, l’indicazione dell’origine dei dati, l’indicazione della logica applicata al trattamento, l’indicazione di tutti gli elementi sopra elencati, nonché:

Cookies tecnici

Questi cookies sono volti a mantenere adeguato il funzionamento della navigazione o ad incrementare le funzionalità o le prestazioni del sito. Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono gestiti dalla nostra società.

Si suddividono in:

  1. cookies di navigazione o di sessione: sono volti a garantire la normale navigazione e fruizione del sito, utilizzando differenti opzioni o servizi. Questi cookies permettono, ad esempio, di memorizzare gli elementi che caratterizzano una determinata richiesta, realizzare un acquisto, sottoscrivere la partecipazione ad un evento;

  2. cookies analytics: sono cookies che raccolgono informazioni sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito, ad esempio informazioni su quali pagine o sezioni di pagine vengono maggiormente visualizzate e da quali pagine si ricevono segnalazioni di malfunzionamenti. Le informazioni vengono raccolte in forma aggregata e anonima;

  3. cookies di funzionalità: sono cookies che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (come ad esempio lingua, caratteri di testo, tipo di browser) al fine di migliorare il servizio reso.

Tutti questi cookies sono abilitati automaticamente.

B – Puoi gestire le tue preferenze sui cookies anche tramite browser

Se non conosci il tipo e la versione di browser che stai utilizzando puoi cliccare su “Aiuto” nella finestra del browser in alto, da cui puoi accedere a tutte le informazioni necessarie.

Se invece conosci il tuo browser clicca su quello che stai utilizzando per accedere alla pagina di gestione dei cookies.

Internet Explorer

Google Chrome

Mozilla Firefox

Safari

Chiudi